Concetta donna devota e madre di famiglia ha voluto lasciare su ‘Papaboys 3.0’ la propria testimonianza di un miracolo offertole da Padre Pio nel 2007, quando da poco lasciata dal marito ha scoperto di avere un tumore. La donna racconta di aver vissuto un periodo di depressione dopo la separazione e poco dopo di aver cominciato ad avvertire dei dolori lancinanti al seno.

Preoccupata si è fatta visitare dal medico di famiglia che ha richiesto degli accertamenti dai quali è emerso un tumore. Concetta era disperata, ma la sera stessa mentre si rigirava nel letto le è apparsa la Madonna di Pompei che le ha detto: “Vai, Padre Pio ti aspetta”, quindi il giorno dopo è partita per San Giovanni Rotondo.




Durante il viaggio, un altro episodio insolito le ha fatto ben sperare per l’ottenimento della grazia: la donna racconta che un giovane le si è seduto accanto e le ha chiesto dove stesse andando, lei in tutta sincerità gli rivelo che stava andando a chiedere la grazia a Padre Pio, non perché avesse paura della morte, ma perché le sue figlie avevano bisogno di lei. Questo con un sorriso benevolo le rispose: “Vede dottoressa lei è come i gatti quando soffre vuole stare da sola. Comunque vada da Padre Pio ma sappia che lei i suoi figli se li godrà fino ad ottanta anni. Anche io ho fatto tanti sbagli, non ho mai ascoltato, ma oggi comincia il mio cammino dell’Anima ed il suo dell’Anima e del corpo”.

Concetta ancora stupita dal fatto che quell’estraneo sapesse la sua professione, lo guardo mentre si allontanava e lo vide svanire all’improvviso. Arrivata a San Giovanni Rotondo la donna andò a colloquio con Fra Modestino, il quale, conosciuto il motivo della sua visita, le passò sul corpo il crocifisso di Padre Pio. Due giorni dopo il tumore era sparito e Concetta dopo 10 anni è in perfetta salute e si gode la sua famiglia.

Di questa grazia è grata a Padre Pio e a Dio che gli ha concesso di fungere da tramite e dice: “La notte quando guardo il cielo so che c’è un Padre che mi ama non perché mi ha fatto il miracolo, perché prima di andare via da San Giovanni mi hanno chiamato a leggere Messa” pare faccia sempre così quando concede le grazie. Infine aggiunge: “Dio glielo ha permesso, ma ha anche permesso alla mia “luce” angelica di risplendere e di proiettarsi al di fuori di me e dell’etereo per manifestare che non esiste un solco tra noi e l’Anima, tra noi e lo Spirito, ma una continuità fatta di Amore”.

Fonte: lalucedimaria.it

LEAVE A REPLY

11 − 3 =