Benedetto XVI che fine ha fatto
Benedetto XVI che fine ha fatto

Benedetto XI, che fine ha fatto?

Circa 3 anni fa, l’allora Papa Benedetto XVI annunciava la sua storica rinuncia al ministero petrino, lasciando così spazio alla convocazione di un conclave per l’elezione del suo successore. Dal 28 febbraio 2013, Benedetto XVI ha dunque cessato il suo pontificato, lasciando spazio a Papa Francesco, eletto il 13 marzo 2013.

Tuttavia, non tutti sanno che Benedetto XVI, dopo esser divenuto Papa Emerito, ha espresso la volontà di risiedere nella Città del Vaticano, precisamente nel monastero Mater Ecclesiae.

Avere un incontro personale con Lui è molto complicato e le occasioni di poterlo incontrare in pubbliche cerimonie sono particolarmente rare: la sua ultima uscita risale all’8 dicembre 2015, giorno di apertura del Giubileo straordinario della misericordia, in cui il papa emerito Benedetto XVI ha assistito all’apertura della Porta santa, varcandola subito dopo papa Francesco.

Come faccio ad incontrare il Papa?

Non tutti sanno che è possibile contattare il papa emerito, e sono in molti a chiedersi che fine abbia fatto Benedetto XI, dove risieda, quali siano le sue occupazioni quotidiane. Profondo conoscitore della Chiesa e delle Sacre Scritture, Benedetto XI continua in maniera diversa la sua attività pastorale.

Prega, per il suo successore e per tutta la Cristianità, continuamente sotto assalto, e si prepara, dopo aver combattuto la buona battaglia della fede, a passare al Padre.

E’ tuttavia possibile, per chi lo desidera, contattare il papa emerito Benedetto XVI. In che modo? Basta scrivergli una lettera e indirizzarla al seguente indirizzo:

Papa emerito Benedetto XVI

Via dell Osservatorio
Monastero ” Madre Ecclesiae”
00120 Città del Vaticano

Secondo opinioni diffuse ma non confermate, sembra inoltre che il Papa Emerito Benedetto XVI, già ai tempi del pontificato, avesse un indirizzo mail attivo su cui era solito ricevere giornalmente più di 12.000 email.

Aggiornamento sulle condizioni del Papa Emerito Benedetto XVI

Papa Benedetto, Ratzinger si sta spegnendo lentamente, come una candela”. Queste sono le parole a BenEssere, di monsignor Georg Gänswein, prefetto della Casa pontificia e segretario di Papa Benedetto XVI. “Ad aprile Papa benedetto XVI compie 89 anni: è come una candela che, lentamente e serenamente, si spegne, come avviene a molti di noi. È sereno, in pace con Dio, con se stesso e il mondo”

Continua: “È interessato a tutto e conserva il suo humor fine e sottile, con il quale sa ‘dare sale’. Ha conservato una grande passione per i felini. Nei nostri giardini vivono Contessa e Zorro, due gatti che spesso vengono a ‘salutare’ il Papa emerito”.

Oggi il papa Emerito “è un uomo anziano, certo, ma è lucidissimo; purtroppo, il camminare è diventato faticoso, per questo usa un deambulatore. Mantiene una corrispondenza abbastanza ampia, ma non scrive più libri, si limita a dettare lettere alla sua segretaria. Volutamente conduce una vita da monaco, ma non è per niente isolato: prega, legge, sente musica, riceve visite, suona il pianoforte”.

Il tutto parte da un vero equilibrio:  “Il vero segreto per rimanere in forma è vivere un’esistenza ordinata, sia fisicamente, sia spiritualmente, e avere una bussola da seguire, con tutte le difficoltà e i fallimenti umani che ovviamente ci sono”. Una volta al mese, con alcuni amici sacerdoti, si reca in Abruzzo, per compiere escursioni o per sciare. Da piccolo, il suo sogno era quello di diventare come Beckenbauer. Oggi, che ha meno tempo di praticare sport, conserva però intatti i suoi insegnamenti: “giocare in squadra ti insegna l`importanza delle regole e l`esigenza di rispettarle”.

Unico caso della Storia, Padre Georg ha servito due papi: “Sono diversi nei loro caratteri, nelle personalità e anche nel modo di comunicare e di relazionarsi. Per me, vivere con Papa Francesco è uno stimolo: lui cerca il contatto diretto, persino fisico, accarezza e si lascia accarezzare, superando così le distanze personali. Papa Benedetto, invece, è più riservato: accarezza con le parole, piuttosto che con gli abbracci. Sono due personalità differenti, ma la cosa più importante è che sono entrambi autentici, non cercano di ‘copiare’ nessuno”.

Padre Georg dedica un pensiero alla rinuncia di Benedetto, che ha anche scosso molti fedeli: “lo sapevo già da molto tempo, la sua non è stata una decisione improvvisa, ma maturata gradualmente e accuratamente. Per me, è stato faticoso digerire questa decisione e mantenere il segreto”.

Ammette di aver anche provato a fargli cambiare idea: “Ho cercato di ‘remare contro’ e ho fatto alcune proposte pratiche per facilitare l’esercizio del suo ministero petrino. Ma mi sono arreso, quando ho capito che Benedetto non mi aveva confidato un suo pensiero ipotetico, ma una decisione definitiva”.

“Mi hanno addolorato i numerosi attacchi a Papa Benedetto – prosegue il segretario personale del pontefice emerito – quante volte ho dovuto sentire e leggere che Ratzinger non ha reagito in modo soddisfacente contro la pedofilia, mentre è stato proprio lui, già da cardinale, a iniziare a combatterla. Quante critiche, accuse e calunnie infondate nei suoi confronti anche in altre fattispecie! Ciò mi ha fatto male. Poi, c`è stato il caso Vatileaks: mi sono sentito personalmente colpito, perché fui io a dare piena fiducia a una persona che l’ha tradita senza scrupoli”.

1 COMMENT

  1. Lieber Hl. Vater! Erlauben Sie mir eine Bitte: Möchten Sie doch bald anordnen, der Hl. Gottesmutter den längst fälligen Ehrentitel „ Miterlöserin“ zuzugestehen und als Dogma festsetzen, den Jesus Christus selbst in einer Erscheinung gewollt und empfohlen hat. Nur weiß ich nicht, wo! Aber das wird herauszufinden sein.
    Wird die Gottesmutter unter diesem Titel angerufen werden, wird sich Maria sicher gnädig erweisen, hat sie doch mehr Macht, uns im Kampf gegen die Mächte des Bösen beizustehen. Wenn die Leiden der Mutter beim Erlösungswerk ihres Sohnes als Gegengewicht gegen Satans List in die Waagschale geworfen werden, können wir vertrauen, dass dem gepeinigten Volk, durch die Fürsprache Mariens, mächtige Hilfe zuteil wird!
    Bitte tun Sie das für diese Welt, die so im Argen liegt!!! Ihre dankbare Christin Katharina Schwarz!
    P. S. Ihr werten Kardinäle und Berater unseres Papstes unterstützt ihn bitte kräftig bei diesem Vorhaben. Wir alle wollen und sollen dafür beten. Danke!
    Lieber Vater Benedikt!
    Dieses mein Anliegen ist nicht an Papst Franziskus durchgegangen. Ich möchte Sie hiermit bitten, mich in diesem Anliegen zu unterstützen.
    Vielen Dank!

LEAVE A REPLY

3 × tre =